Skip to content
0
Your cart is empty. Go to Shop
Menu
0
Your cart is empty. Go to Shop
Menu

La Magia del Solstizio d’Estate

L’eterno ritorno delle stagioni

Ogni cosa in natura è ciclica e nonostante i cambiamenti climatici che mescolano le carte in tavola, le stagioni si ripetono sempre uguali ma diverse, in un eterno ritorno al quale anche noi possiamo allinearci per la nostra crescita ed evoluzione interiore.

C’è un tempo per nascere e crescere, un tempo per giungere a maturazione, un tempo per lasciar andare, trasformarsi e rinascere.

La Ruota dell’Anno

Questo è l’insegnamento che sempre di più l’essere umano ha bisogno di riscoprire e che è alla base della Ruota dell’Anno, un sistema di calcolo del tempo utilizzato dalle popolazioni dell’antica Europa e che si basava sul ciclo del sole e del grano. Nella Ruota dell’Anno ci sono otto spicchi, marcati da otto festività: i due equinozi e i due solstizi, e le feste intermedie: Samhain, Imbolc, Beltane e Lughnasadh.

solstizio d'estate
Ill. Federica Cosentino

Ogni giro di ruota porta con sé nuovi doni, sapori ed emozioni, in un continuo divenire che ci rimanda alla ciclicità che permea ogni cosa in questo mondo, e anche dentro di noi. Perché non c’è separazione tra “dentro e fuori”, tra mondo interiore e mondo esteriore, se non nella nostra mente che separa e divide interno ed esterno, sacro e profano, spiritualità e materia.

Danzare al ritmo della Madre Terra 

Questa danza ciclica ci permette di riequilibrarci ai ritmi lenti e naturali che abbiamo dimenticato, accogliere i momenti dell’anno in cui il Sole splende alto nel cielo e la natura si colora di splendidi fiori, ma anche quei momenti in cui l’oscurità e il gelo sembrano prevalere e la vita sembra fermarsi.

Divenire consapevoli dei doni che si susseguono stagione dopo stagione, saperli ascoltare, sperimentare e integrare nella nostra vita, è un viaggio per ritornare a quel senso di unità originaria con il mondo che ci circonda – che altro non è che un riflesso del nostro mondo interiore, perché non c’è separazione, ma interconnessione.

L’invito è quello di camminare insieme lungo il percorso della Ruota dell’Anno iniziando dal prossimo importante passaggio: il Solstizio d’Estate.

Il Solstizio d’Estate avviene tra il 20 e il 21 giugno, quest’anno l’esatto momento astronomico sarà il 20 giugno 2024 alle 22:51 (ora italiana).

Il termine “solstizio” deriva dal latino “Sol-stat”, perché il sole sembra stazionare nel punto più alto del cielo per tre giorni, prima di riprendere il suo moto.

Tutta la natura è fertile e in espansione: le api e gli animali sono in fermento, le ore di luce sono al massimo, come anche il potere curativo delle erbe che hanno assorbito la forte energia dei raggi solari. E’ il giorno più lungo dell’anno e la notte più corta. Da questo momento in poi il Sole inizierà a tramontare sempre prima, fino a toccare il punto più basso dell’orizzonte al solstizio d’inverno – momento in cui rinascerà e inizierà di nuovo la sua risalita.

Come in un magico intreccio cosmico, proprio nel momento di massima espansione della luce, troviamo l’inizio dell’avanzare dell’oscurità. Viceversa nel momento di massima oscurità al solstizio d’inverno, troviamo il seme della luce che rinasce.

Quest’anno il Solstizio d’Estate cade insieme alla Luna piena in Capricorno: il culmine dell’espansione solare coincide anche con il culmine del ciclo lunare, donandoci una grande forza, determinazione ed energia di manifestazione.

I fuochi di San Giovanni

Quali sono gli obiettivi che vuoi raggiungere e i sogni che vuoi realizzare?

posizione della terra

Fin dall’antichità i nostri antenati e le nostre antenate celebravano questo importante passaggio accendendo grandi falò e danzando per celebrare la vita che si manifesta in tutta la sua potenza. Eco di queste antiche celebrazioni sono i fuochi di San Giovanni (che si festeggia il 24 giugno, fatalità proprio tre giorni dopo il solstizio, quando il Sole riprende il suo moto) che ancora oggi in alcune zone d’Italia vengono accesi con grandi festeggiamenti.

L’elemento fuoco è fondamentale per due motivi: da un lato per sostenere e dare forza al Sole che splende al massimo della sua potenza, dall’altro lato per allontanare gli spiriti maligni e per proteggersi e purificarsi dalle malattie.

Ma il fuoco non è il solo elemento legato a questo passaggio, anche l’acqua riveste un ruolo essenziale: basti pensare all’Acqua o Guazza di San Giovanni e all’importanza della rugiada mattutina come portatrice di fertilità.

Il fuoco del Sole al Solstizio d’Estate entra nella costellazione del Cancro, segno d’acqua: fuoco e acqua si incontrano, in tutta la loro manifestazione e potenza.

La magia del Solstizio d’Estate

Rituale della Notte di San Giovanni

Ecco come fare la Guazza di San Giovanni: nella notte tra il 23 e il 24 giugno, si raccolgono le erbe che in questo momento sono colme di proprietà curative e si mettono in una bacinella di vetro o ceramica piena d’acqua, lasciandole all’aperto tutta la notte, in modo che possano “assorbire” la rugiada della magica notte di San Giovanni.

Alcune delle erbe che possiamo utilizzare sono: iperico, ruta, lavanda, timo, verbena, artemisia, piantaggine, malva… ma anche salvia, rosmarino, menta, trifoglio, e i fiori che si trovano spontaneamente in questo periodo, gelsomino, papaveri, rose, calendula, camomilla…

La mattina seguente ci si bagna con quest’acqua, per propiziare salute, benessere e fertilità.

Con questa “guazza di San Giovanni” portiamo dentro di noi la forza e la luce del Sole e la fluidità e la trasparenza dell’acqua.

La magia del Solstizio d’Estate

Un altro semplice suggerimento per vivere al meglio il Solstizio d’Estate è quello di prestare attenzione al Sole: la mattina del solstizio prova a svegliarti prima dell’alba e osserva la nascita del Sole in questo giorno speciale celebrato nel corso dei millenni.

Se non ti è possibile farlo, puoi anche camminare sotto i raggi del sole all’alba, a mezzogiorno o al tramonto, portando la consapevolezza al Sole e alla sua ciclicità. Oppure accendi una candela bianca per percepire la magia e la sacralità di questo passaggio.

Lasciati avvolgere dall’energia del Sole e della Luna piena, tra l’incanto delle lucciole e il profumo delle erbe che nutrono il tuo corpo e la tua anima della magia del solstizio d’estate.

Ti aspetto al prossimo articolo per camminare insieme lungo il sentiero della Ruota dell’Anno.

La magia del Solstizio d’Estate

Laura Sofia Cariolato

Autrice, praticante di sciamanesimo e facilitatrice di consapevolezza femminile, creatrice de Gli Antichi Misteri Femminili e co-fondatrice di Vidyanam. Da una decina d’anni conduce cerchi di donne, celebrazioni stagionali e riti di passaggio quando possibile in natura per ristabilire il collegamento con il ciclo mestruale, i cicli naturali della Terra, della Luna e del Sole avvicinando le persone alla loro parte più autentica e sacra. Creatrice del percorso ciclico annuale “Camminare la Ruota dell’Anno”, per ritrovare una profonda connessione con Madre Terra e una spiritualità radicata.

Nello Shop on-line troverai una sezione dedicata al Femminile Sacro, promozioni e sconti sui libri.

Potrebbero interessarti

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna al negozio